Tutta Gressoney in piazza per Arianna Follis

06 Giugno 2011

C’era tutta una comunità in festa lo scorso sabato 4 giugno a Gressoney Saint Jean per la cerimonia che il comune valdostano ha voluto organizzare in onore di Arianna Follis, l’atleta più medagliata della storia di questo piccolo paese ai piedi del Monte Rosa.

“Questa festa e questa partecipazione mi fa rendere conto di quante persone a me care abbiano sempre vissuto con passione e coinvolgimento ogni mia gara, ogni mio successo – ha dichiarato Arianna -. In molti mi hanno chiesto di ripensare alla mia decisione di ritirarmi, ma sono serena come non mai, so di aver preso la decisione giusta. Ho iniziato la passata stagione sapendo che sarebbe stata l’ultima, ma non sapevo che sarebbe stata la più bella e questo mi ha dato ancor più convinzione. La medaglia d’argento di Oslo e il terzo posto in Coppa del Mondo mi hanno gratificato molto”. Arianna ha voluto regalare un pensiero anche alle compagne di squadra più giovani, alle quali ha passato il testimone… “Ci sono giovani di belle speranze, basta dare loro il tempo di crescere che vedrete sapranno dimostrare il loro valore anche in campo internazionale. Rupil, De Martin, Brocard, Vuerich, solo per fare dei nomi, sono già all’altezza di questo palcoscenico, devono solo fare esperienza”.

Nel corso della festa è stato tra l’altro proiettato un video con i più esaltanti successi della carriera della Follis, che ha strappato qualche lacrimuccia ad Arianna e a gran parte delle persone presenti. Da ottobre inizia una nuova vita per Arianna Follis che continuerà ad indossare l’uniforme della Forestale, ma con un’altra veste.

Tags

Tutta Gressoney in piazza per Arianna Follis

06 Giugno 2011

C’era tutta una comunità in festa lo scorso sabato 4 giugno a Gressoney Saint Jean per la cerimonia che il comune valdostano ha voluto organizzare in onore di Arianna Follis, l’atleta più medagliata della storia di questo piccolo paese ai piedi del Monte Rosa.

“Questa festa e questa partecipazione mi fa rendere conto di quante persone a me care abbiano sempre vissuto con passione e coinvolgimento ogni mia gara, ogni mio successo – ha dichiarato Arianna -. In molti mi hanno chiesto di ripensare alla mia decisione di ritirarmi, ma sono serena come non mai, so di aver preso la decisione giusta. Ho iniziato la passata stagione sapendo che sarebbe stata l’ultima, ma non sapevo che sarebbe stata la più bella e questo mi ha dato ancor più convinzione. La medaglia d’argento di Oslo e il terzo posto in Coppa del Mondo mi hanno gratificato molto”. Arianna ha voluto regalare un pensiero anche alle compagne di squadra più giovani, alle quali ha passato il testimone… “Ci sono giovani di belle speranze, basta dare loro il tempo di crescere che vedrete sapranno dimostrare il loro valore anche in campo internazionale. Rupil, De Martin, Brocard, Vuerich, solo per fare dei nomi, sono già all’altezza di questo palcoscenico, devono solo fare esperienza”.

Nel corso della festa è stato tra l’altro proiettato un video con i più esaltanti successi della carriera della Follis, che ha strappato qualche lacrimuccia ad Arianna e a gran parte delle persone presenti. Da ottobre inizia una nuova vita per Arianna Follis che continuerà ad indossare l’uniforme della Forestale, ma con un’altra veste.

Tags